27
Mar, Fév

Tre recenti iniziative bibliche del Centro Biblico Italia hanno accompagnato le ultime settimane, tutte caratterizzate dall’attenzione ai sensi.

La prima, nella cornice del Centro Culturale San Paolo di Vicenza, ha offerto un percorso teorico-pratico in quattro serate nel mondo della cucina biblica. Come scrive sr. Federica Cacciavillani che ha coordinato l’iniziativa: «Pane, carne, erbe, vino hanno favorito una rilettura biblica attraversando temi come la coltivazione della terra, l’integrazione sociale di persone svantaggiate, il gusto del buono e del bello che rende migliori le vite attraversate dalla fragilità. E grazie allo chef Toni Pigatto, le degustazioni sono sempre state la splendida conclusione di serate che, come ha detto uno dei partecipanti, “hanno alimentato la mente, il cuore, il corpo e lo spirito!”».

La seconda, realizzata in collaborazione con il Centro Culturale San Paolo di Bari, ha approfondito il tema del viaggio con due ospiti di spicco - padre Ermes Ronchi e la prof.ssa Marina Marcolini - commentando quei passaggi del Vangelo di Marco che segnalano gli spostamenti di Gesù nella sua terra natia. Il Vangelo si è rivelato come un libro di strade e di vento in cui Gesù ha interpellato e si è lasciato interpellare da vari incontri. Più di 250 persone hanno partecipato alle tre catechesi ripercorrendo quel viaggio di libertà che ha condotto i passi del Cristo fino ai piedi del Golgota e da lì oltre il sepolcro.

La terza iniziativa, coordinata dalla comunità di Cinisello Balsamo (Mi), si svolgerà la prossima settimana nelle parrocchie di Lainate (Mi): un’intera settimana biblica dedicata ai sensi delle Scritture, ricca di momenti formativi, iniziative culturali, momenti celebrativi.

Tre iniziative, tre comunità, tre diverse aree geografiche d’Italia… tutte accomunate dall’unica Parola capace di dialogare con tutti i sensi dell’uomo.

Cammino di Gesù RonchiLainate Settimana BIBLICA 2018

Agenda Paolina

27 février 2024

Feria (viola)
S. Gregorio di Narek, abate e dottore della Chiesa (è consentita la commemorazione)
Is 1,10.16-20; Sal 49; Mt 23,1-12

27 février 2024

* FSP: 1950 a Roma, Divin Maestro (Italia).

27 février 2024SSP: D. Savino Marandola (2013) - D. Luigino Melotto (2015) • FSP: Sr. Genoveffa Sandri (1986) - Sr. Enrica Tacconi (1999) - Sr. M. Anunciacion Hernandez Zendejas (2015) - Sr. M. Giustina Ishii (2022) - Sr. Pierangela Usai (2023) • PD: Sr. M. Domenica Abbate (1973) - Sr. M. Cleta Taricco (2015) - Sr. M. Auxilia Beltrán Urrea (2021) - Sr. M. Marta Bonvecchi (2021) - Sr. M. Angela Robles Contreras (2023) • IGS: D. Luigi Sbaizero (1981) - D. Gualfardo Innocenzi (2018) • IMSA: M. Antonietta Scarso (2008) • ISF: Roberto García (1997) - Salvatore Fara (2023).

Pensiero del Fondatore

27 février 2024

Se il Signore ha promesso, se egli ha comandato di pregare, ci vuole esaudire, dunque; ci vuole ascoltare. E se egli stesso ci ha insegnato a domandare... è segno che ci vuole ascoltare, che ci ha preparato le grazie, le grazie per tutti. Allora: pregare con ferma fiducia (APD56, 122).

27 février 2024

Si el Señor ha prometido, si ha mandado orar, es que quiere oírnos, pues; quiere escucharnos. Y si él mismo nos enseñó a pedir... es señal de que nos quiere escuchar, que nos tiene preparadas gracias, gracias para todos. Entonces debemos rezar con firme confianza (APD56, 122).

27 février 2024

If the Lord has promised, if he has commanded to pray, he therefore wants to hear us; he wants to listen to us. And if he himself taught us to ask ... it is a sign that he wants to listen to us, that he has prepared graces for us, graces for everyone. Then: pray with firm trust (APD56, 122).